#AImagazine
THE ART REVIEW

  • about
  • Nuovo#AImagazine. WANTED!


  • « La vera destinazione di una rivista è rendere noto lo spirito della sua epoca. L'attualità di questo spirito è per essa più importante della sua stessa unità o chiarezza e perciò una rivista sarebbe condannata - al pari di un giornale - all'inessenzialità, qualora non si configurasse in essa una vita abbastanza potente da salvare, col suo assenso, anche ciò che è problematico. Infatti: una rivista, la cui attualità non abbia pretese storiche, non ha ragione di esistere. »

    (Walter Benjamin, Annuncio della rivista: "Angelus Novus")
  • 1
    Ritenuta una delle riviste più autorevoli al mondo grazie al suo punto di vista differente della cultura, oggi il magazine è co-diretto con Andrea Tinterri, critico e curatore d’arte contemporanea e fotografia.

    2
    The CONCEPT.
    La particolarità che la rende unica è che la rivista dal punto di vista strutturale può essere letta scegliendo tra varie modalità, iniziando dal fronte al retro, ma soprattutto in maniera equivalente, dal retro al fronte, prendendo in seria considerazione così l’utilizzo dei due emisferi cerebrali; si può optare per una sola lettura ‘visual’, in quanto le immagini sono accuratamente selezionate per essere collegate tra loro, creando uno ‘storytelling’ che lega la pubblicazione interamente; si possono scorrere le meta-frasi per scegliere l’articolo da leggere, messe in evidenza da 3 colori, scelti volutamente utilizzando il codice internazionale di colore RGB, si può quindi preferire per una propria dimensione del tempo da dare a una lettura più o meno approfondita ma mai superficiale.

    3
    The PROJECT.
    Unire l’informazione artistica alla provocazione intellettuale, utilizzando il filo rosso di uno stile assolutamente radical-chic. É questo che sono riusciti a realizzare i fondatori della nuova rivista artistica-letteraria #AImagazine, che a Luglio 2016 debutta in edicola, dopo essere stata editata per 10 anni con il nome ‘L’Aperitivo Illustrato’. ALLEGORIA, SIMBOLO e METAFORA le 3 parole chiave del magazine. SELEZIONE, RICERCA e PROVOCAZIONE CULTURALE il loro sviluppo. Ma non basta. Se la presenza decennale di #Aimagazine, da una parte rappresenta come nel Novecento e negli anni Settanta che l’attività creativa italiana intellettuale e d’avanguardia non solo esiste (e resiste) ma ricerca, provoca e stimola le menti, dall’altra sottolinea in maniera assoluta quanto l’arte abbia un suo mercato crescente, infatti, in termini economici, l’informazione editoriale di contenuto professionale del mondo dell’arte, è fondamentale, poiché come bene d’investimento, l’arte, si presenta con cifre di riferimento da capogiro che stanno creando grande e sempre più sensibile attenzione anche ai non addetti ai lavori più vicini al settore, muovendo un mercato mondiale, che da nicchia è diventato flusso rilevante.